top of page
  • Immagine del redattoreSalvatore Maurizio Sessa

18. La paura di essere eliminati. Dei, faraoni, totalitarismi ed intelligenze artificiali

Aggiornamento: 22 mag 2023

«Molti ricercatori che si occupano di questi temi [di Intelligenza Artificiale], compreso il sottoscritto, ritengono che il risultato più probabile della costruzione di un'intelligenza artificiale sovrumana […], è che tutti gli abitanti della Terra moriranno. Non nel senso di “forse, probabilmente, c’è qualche remota possibilità”, ma nel senso di “questa è la cosa più ovvia che accadrebbe”» (Eliezer Yudkowsky).


Lo sviluppo dell’intelligenza artificiale sta generando entusiasmo ma anche il ritorno di paure ataviche, prima tra tutte quella di “essere eliminati”, in un modo o in un altro. Con il precedente incontro della nostra Scuola Biblica, grazie al contributo del prof. Roberto Presilla, abbiamo tracciato alcune linee di riflessione di carattere interdisciplinare. Adesso è il momento di considerare cosa ha da dirci la Rivelazione biblica a proposito di questa paura, che emerge proprio dal cuore dell’evento fondatore della storia d’Israele, ossia l’Esodo. Qui contrapposti poteri si affrontano e si rivelano, quello del Faraone e degli dei dell’Egitto e quello di questa nuova strana divinità (YHWH), che fin dall’inizio presenta caratteristiche inedite, capaci di illuminare problematiche esistenziali senza tempo, oggi riemerse in forme apparentemente del tutto nuove.



21 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page